Volontariato
I volontari di ARCOBALENO DELLA VITA onlus, sono persone che scelgono di condividere il loro stato d'animo positivo, la loro gioia interiore...

 


Maggiori informazioni

Eventi
30 Novembre 2012 ore 20:30
Evento spettacolo di beneficenza al teatro di scampia, il cui ricavato andrà al progetto per i senza fissa dimora di Napoli.

Maggiori informazioni

Progetti
Progetto Sociale rivolto alle fasce socialmente deboli
"Ogni uomo ha bisogno dell’altro”
Napoli 14 settembre 2012

 

Maggiori informazioni

Donazioni
Ci sono quelli che danno poco
del molto che hanno
e lo danno per ottenere riconoscenza;
ma questo segreto di desiderio
guasta i loro doni.

Maggiori informazioni

L’Anno Europeo 2011 nasce dalla volontà di incoraggiare e sostenere - in particolare attraverso lo scambio di esperienze e di buone pratiche - gli sforzi della Comunità, degli Stati membri, delle autorità locali e regionali per creare nella società civile condizioni favorevoli al volontariato nell’Unione europea. Fra i principali obiettivi vi è quello di aumentare la visibilità e quindi la conoscenza delle attività di volontariato nell’Unione Europea e, delle iniziative realizzate dai soggetti del Terzo Settore.
La scelta del 2011 come “Anno Europeo delle attività di volontariato” è stata promossa dalle organizzazioni di volontariato, di Terzo settore e della società civile e fatta propria dal Consiglio dell'Unione europea con la Decisione del 27 novembre 2009 (GU UE L17 del 22 gennaio 2010) con l’intento di promuovere la “cittadinanza attiva e responsabile”. Infatti, “il volontariato è una delle dimensioni fondamentali della cittadinanza attiva e della democrazia, nella quale assumono forma concreta valori europei quali la solidarietà e la non discriminazione e, in tal senso contribuisce allo sviluppo armonioso delle società europee”. L'Osservatorio Nazionale del Volontariato nella seduta del 21 dicembre 2009, ha deliberato l'avvio dei lavori partecipando direttamente alla preparazione dell’Anno Europeo del Volontariato 2011, assumendo come documento di base il Manifesto del volontariato per l'Europa già adottato dall'Assemblea Nazionale del Volontariato tenutasi a Roma il 4 e 5 dicembre 2009. La campagna di comunicazione realizzata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per l’Anno Europeo delle attività di volontariato che promuovono la cittadinanza attiva ha l’obiettivo di stimolare, in particolare nei giovani, una capillare diffusione dell’impegno spontaneo, gratuito ed altruistico grazie al quale ogni volontario può contribuire al progresso materiale e morale della società. Lo spot “Aiuta l’Italia che aiuta” riprende quello della Campagna per il dono contro la solitudine e la povertà del 2010, in un percorso di continuità nella promozione di comportamenti responsabili di partecipazione e di sostegno al volontariato. Il tema del messaggio è il dono, inteso come dono del proprio tempo, delle proprie energie e affetti, caratteristico dell’agire dei volontari, che può anche diventare sostegno economico per supportare e rendere più agevoli ed efficaci le attività di volontariato. L’Anno Europeo delle attività di volontariato 2011 è un’iniziativa del Parlamento e del Consiglio che ha in Italia come autorità di riferimento il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, che mira a promuovere e a rafforzare la cultura del dono e della gratuità favorendo lo sviluppo sostenibile, la non violenza, il rispetto dell’altro, la coesione sociale e lo sviluppo della democrazia, dando così una forma concreta ai valori europei della volontariato sociale.

 

 

Napoli Village.Giornata mondiale dell'Atassia a Napoli tra solidarietà e musica
Giornale online 25 settembre 2012



NAPOLI (di Emilia Sensale) - Persiste da diversi anni sul territorio campano con tante iniziative all'attivo e con personale valente ed intraprendente, l'Aisa Onlus è al centro di un progetto di sensibilizzazione verso i soggetti affetti da sindromi atassiche. Si tratta di una patologia rara e poco conosciuta che può mostrare i suoi sintomi nel corso della vita interessando persone di ogni età, sesso e provenienza. La campagna di coinvolgimento trova il suo apice nella giornata mondiale dell'Atassia, evento che si ripete annualmente nello scenario incantevole della centralissima Piazza Trieste e Trento e che si terrà sabato prossimo dalle nove in poi.

La chiusura proporrà al pubblico presente un avvicendamento di artisti che si esibiranno in nome della solidarietà: sul palco si alterneranno la madrina dell'evento in Campania l'interprete Ida Rendano, lo showman Luca Sepe, il cantante Franco Ricciardi, l'imitatore Marcantonio Scaramuzza, il comico Angelo Di Gennaro, il cantante rock Massimo Curzio, l'interprete di Pulicinella Angelo Iannelli e la Colombina personificata da Lucia Oreto, la voce classica napoletana di Ilva Primavera, il giovane cantante napoletano Raffaele De Bellis, la cantautrice Mariarosaria Cenni, il cantautore Peppino Di Bernardo e tanti altri che daranno il loro personale apporto ad una giusta causa. Nelle vesti di ospiti d'onore ci saranno due pittori di fama internazionale come la cubana Yanicel Toirac Hernadez e il maestro Giuseppe Cascella, già sensibile alla causa dallo scorso anno per aver donato all'Aisa tre sue opere di inestimabile valore. Inoltre durante la serata verranno esposti dei loro quadri con l'obiettivo di devolvere il ricavato dell'asta direttamente in beneficenza all'Associazione. 
Ci sarà anche un momento di partecipazione sentita tra tutti i malati atassici che accederanno sul palco accompagnati dalle note di un brano solidale scritto da Paolo Zengara, referente in Campania dell'Aisa, mentre tutti i volontari coordinati dal Presidente Giuseppe Ruggiero, distribuiranno al pubblico presente delle candele di colore bianco e blu per un coinvolgimento totale e profondo alla causa di sensibilizzazione.

I presentatori di questa nuova edizione saranno l'immancabile Alfredo Mariani e la brillante Erika Sito, mentre un ringraziamento particolare va esteso alla Rai di Napoli per la fattiva collaborazione del cast della soap opera “Un posto al sole” che ha partecipato allo spot iniziale dell'evento. Una bella sinergia si è attivata con un'altra associazione di volontariato, “Arcobaleno della vita” che darà il suo sostegno nella raccolta fondi e con l'esibizione di artisti di strada, mentre parallelamente verrà dato spazio al Comitato per le malattie rare in Campania, conosciuto con la sigla COREMAR. Le emittenti radiofoniche ufficiali dell'evento sono Radio Jack e Radio Sca, poi seguono altri addetti ai lavori che hanno dato completa adesione come il regista Gaetano De Chiara, i fotografi professionisti Antonio di Artsphoto Graphic e Vito Formisano di Fashion Agency.

 

 

Donne Manager di Napoli. Un megasalotto e un grandissimo successo.
Giornale online 2 settembre 2012

Il salone degli anziani di Casalnuovo, pur nella sua bellezza e nella sua grandezza, era strapieno di artisti e cittadini, per la tornata del famoso salotto di Tina Piccolo. Presentato con verve e simpatia da Ralph Stringile ha avuto ospiti di spessore. Anna Calemme, deliziosa madrina, come sempre, ha cantato canzoni classiche napoletane come “Io te vurria vasà” incantando tutti. Si è presentato il libro dello scrittore Vincenzo Pisani “Io sono l’araldo” con critiche del Presidente Eugenio Cuniato e liriche lette dalla stessa Tina Piccolo che ha messo in risalto la caratteristica umana e sociale del Pisani. Un enorme fascio di fiori è stato regalato alla poetessa dalla gentilissima mamma dell’autore.
Tra i poeti si sono esibiti il giovane Antonio Avilio, Dora Della Corte, briosa e dinamica, Pina Magro, riflessiva e colta, Ferdinando Cirillo, Angelo Iannelli anche con le sue spiritose imitazioni. Gianni Ianuale, editore e poeta raffinato, il dottor Felice Arcidiacono che ha preferito declamare una poesia di Tina Piccolo “Tu nun sì vicchiariello”, Antonio Pascucci col suo messaggio sociale, Davide Guida con le sue prose significative e dense di messaggi, lette da Tina Piccolo e riprese nei video,personaggi del teatro, il cantante Mirko Stella, la bravissima Maria Rosaria Cenni, la dinamica Rosaria Carfora la brillante Ester Riccio, il tenore Massimo Penza, l’applauditissimo Michele Merolla che canta Merola e le sue canzoni più belle. Non sono mancati “Arcobaleno della vita” con la clownterapia e Thomas Esposito con la sua foto magica. L’assessore  Salvatore Errichiello soddisfattissimo non mancherà al Premio alla Carriera dove riceverà un bellissimo trofeo il 10 novembre.
Premiati con il diploma di benemerenza e medaglione del Salotto i colleghi di Donne Manager di Napoli, gentilissimi e carissimi, a nome di Carol Limatola, eccellente Direttrice. Finale con Tina Piccolo e la commovente poesia “Vaco ‘e pressa” che ha fatto emozionare il numerosissimo pubblico.
Presente l’attore Gabriele Blair con recitazioni varie e il giornalista Giuseppe Nappa per “Occhio all’artista “la formidabile rubrica che intervista personaggi del sapere e dello spettacolo.
Tina Piccolo

Guarda il video

 

 

 

Anna Calemme la Madrina dell'associazione

All'età di tre anni ha partecipato allo Zecchino d'Oro edizione del 1967. In seguito ha fatto diverse apparizioni sulla TV pubblica.
A 15 anni dopo essere entrata come speaker a Radio Tutta Napoli, una radio libera partenopea, conobbe Roberto Murolo; nello stesso periodo, influenzata dalla musica di Massimo Ranieri, intraprese la carriera musicale.
Nel 1980 ha cantato in polacco col gruppo dei Carismatici al concerto per il papa Karol Wojtyła. La conoscenza di Murolo, che la incoraggiava a proseguire nel canto napoletano, la portò nel 1982 a teatro, dove affiancò il cantante nel recital Me puo' sunna'. Nel 1994 ha tenuto un'esibizione per il presidente americano Bill Clinton, in occasione del G7 di Napoli. L'anno successivo, e di nuovo nel 1997, ha cantato con Austin Forte la tromba d'oro italiana.
Di nuovo in teatro nel 1998 con lo spettacolo Napoli poesia e musica, è tornata al microfono nel 2000, alla manifestazione legata al Festival di San Remo Vivi il festival Palafiori. Nello stesso anno si è esibita al Festival di Napoli con la rielaborazione di brani tradizionali napoletani e con la sigla della manifestazione.
Ha pubblicato nel 2001 l'album Infiniti Amori, e si è esibita come "guest star" al Concerto di Primavera con Mario Merola, Francesco Merola, Little Tony e Mino Reitano, tenutosi al casinò Taj-Mahal di Atlantic City.[1]
Il suo brano Napule nn' funno o' core è stata la sigla della trasmissione Tifosi, trasmessa sulla rete locale Tele A, e da lei presentata.
Nel 2002 accanto al gruppo sardo degli Istentales, ha vinto il Festival di Napoli su Rete 4 con il brano Vorrei, a cui è seguito un tour che l'ha impegnata anche l'anno successivo. Nel 2003 le viene conferito il premio "Rocca d'oro", riconoscimento ambitissimo per coloro che si sono distinti nel campo dell'arte, della cultura, della scienza e che hanno giovato alla elevazione della dignità della persona umana. Nel 2004 ha tenuto una tournée in Giappone, e nel 2005 ha vinto il Premio Internazionale Fontane di Roma con Napule è di Pino Daniele riarrangiata da Bruno Illiano. Nel 2007 all'aeroporto internazionale Federico Fellini di Rimini le viene conferito il Premio Internazionale, Sanremo Music Awards ,come rappresentante della canzone "italo-napoletana" nel mondo.

Attività sociali
2004- insignita da Rosario Pio Ramolo Arcivescovo della diocesi di Gorè del titolo Ambasciatrice di pace e Testimonial dei bambini del Ciad in Africa per i quali reperisce fondi per la costruzione di scuole e ospedali.
- 2007- attiva il progetto Periferie in festa atto a promuovere azioni sociali di supporto alla diffusione dell'arte e della cultura nelle zone ad alto rischio di dispersione scolastica e microcriminalità della sua amata Napoli.
- 2007- entra a far parte dell'Osservatorio Parlamentare quale membro della Commissione per le Politiche del Volontariato e del Terzo Settore.
- 2008- realizza e fa partire dal carcere di Poggioreale di Napoli il progetto "Recital nelle carceri" atto a sensibilizzare gli animi dei detenuti delle case circondariali italiane.
- 2009- insignita dalla Accademia Internazionale Partenopea Federico II del titolo di Ambasciatrice Umanista nel Mondo per la sua eccezionale ed elegante capacità di comunicare gli alti valori e costumi tradizionali partenopei infondendo attraverso, la musica ed in particolar modo attraverso, la Canzone Napoletana sentimenti di Solidarietà, Pace e Amore.
- 2010- le viene conferito il titolo di Official Madrina da parte dell' A.I.S.A.
Associazione Italiana per la lotta alle Sindromi Atassiche per incoraggiare e promuovere la ricerca scientifica genetico molecolare biochimica ed immunologica sull' Atassia.